L’applicazione dei campi magnetici provoca nel nostro organismo effetti biologici di notevole importanza; un’azione antiflogistica, antiedemigena ed un effetto stimolante la riparazione tissutale. Ecco perché la magnetoterapia viene sfruttata con notevole successo nel combattere tutte quelle patologie, dove, l’uso della termoterapia endogena non è possibile (portatori di mezzi di sintesi o protesi metalliche di vecchia concezione. indicazioni: fratture recenti e ritardi di consolidazione, pseudoartrosi, osteoporosi e morbo di Sudeck, artropatie di natura infiammatoria e degenerativa.